Fototerapia

La fotobiostimolazione, detta anche fototerapia, è un trattamento all’avanguardia in medicina e si basa sulla ricerca volta a individuare l’importanza della luce policromatica polarizzata.

Si tratta di un dispositivo medico terapeutico brevettato a livello mondiale, munito di una speciale unità ottica che emette una luce simile a una parte dello spettro elettromagnetico prodotto naturalmente dal sole, ma senza radiazioni UV.

La fototerapia si avvale di oltre 20 anni di esperienza ed è utilizzata in Strutture Sanitarie da medici e personale specializzato. Agisce in modo naturale e non invasivo, favorendo la naturale capacità rigenerativa dell’organismo.

L’energia luminosa, arrivando ai tessuti, promuove il processo di biostimolazione, infatti stimola le strutture intracellulari fotosensibili e le biomolecole come l’ATP, innescando reazioni cellulari a catena che non sono limitate all’area trattata, ma possono riguardare tutto il corpo.

Tutti i processi biologici vengono stimolati portando ad un sensibile miglioramento in varie condizioni, quali contratture e dolori muscolari, trasmissione cronica del dolore, stati infiammatori, dolori articolari, affezioni mucose da virus, batteri o candidosi, parodontite e infiammazione delle gengive. Inoltre stimola e attiva il microcircolo accelerando tutti i processi di guarigione e rigenerazione dei tessuti mucosi ed ossei.

Le sedute durano un quarto d’ora circa e possono essere ripetute una volta a settimana per più settimane fino a completamento del piano di cura, che viene deciso e discusso assieme all’odontoiatra.

È possibile inoltre abbinarle al termine di una seduta di trattamento odontoiatrica per potenziare gli effetti terapeutici e rilassare piacevolmente il paziente a fine seduta.